Barcellona non si può non amare

(Grazie dai Toscaniviaggiatori a Martina P. per averci dato questa splendida recensionie)

Barcellona
Ho avuto l’occasione di andare a Barcellona tre volte e ogni volta è stata un ulteriore scoperta.
Consiglierei di visitarla in primavera dove i turisti sono in numero accettabile rispetto ai mesi di luglio e agosto quando invadono la città.
Per quanto riguarda l’alloggio nei diversi viaggi ho soggiornato in posti diversi ma entrambi con un buon rapporto qualità-prezzo.
Il primo è l’ Hotel Residencia Erasmus Gracia: è una residenza pensata principalmente per ricercatori universitari, alunni di master, dottorati ma apre le sue porte anche a famiglie, gruppi di amici. E’ situtato nel tranquillo quartiere di Gracia e a 5 minuti dalla fermata della metro.
Mentre se preferite un soggiorno più low cost vi consiglio l’ostello Hola Hostal, ubicato nel quartiere Eixample e a 10 minuti dalla fermata della metro. L’ostello rimane sempre un ottimo posto dove condividere, conoscere altre culture. Si pensa che l’ostello è pensato per i giovani ma vi soggiornano persone di ogni età!
Un consiglio per muovervi al meglio è prendere la metropolitana (TMB): è quasi sempre la scelta migliore e vi è la possibilità di acquistare degli abbonamenti giornalieri o di più giorni che includano viaggi illimitati e ingressi ridotti o gratuiti a molti siti d’interesse (http://www.barcelonacard.org/it).
Cosa non perdere a Barcellona
Parc Guell
Casa Batlò
La Pedrera
Una passeggiata sulla Rambla
La Sagrada Familia
Un giro al Mercat de la Boqueria
Barceloneta
Castell de Montjuic (al tramonto è possibile godere di una vista sensazionale sull’intera città)

Naturalmente il bello di quando si visita una città è perdersi nei suoi quartieri, nei suoi vicoli. Molto spesso è perdendosi che si scoprono luoghi che sulle guide non vengono citati perché poco turistici… e a Barcellona è davvero bello perdersi.

Un Abbraccio,
Toscani Viaggiatori
Seguici anche su Facebook
Ci puoi trovare anche su LUCCA IN DIRETTA

Potrebbe interessarti anche...


Lascia un commento