Castelluccio di Norcia, Norcia e Cascia

Questo week end Siamo andati a vedere uno spettacolo della natura!
Un’intera valle ricoperta di fiori: Castelluccio di Norcia.

 

Castelluccio di Norcia, Norcia e Cascia

Il paese si trova a circa 28 km da Norcia, raggiungibile attraverso una strada panoramica, posto in cima ad una colle che si eleva sull’omonimo altopiano (Piani di Castelluccio) tra i più vasti dell’Italia Centrale ed inserito nel Parco nazionale dei Monti Sibillini, ad una altitudine di 1.452 m s.l.m. che ne fanno uno dei centri abitati più elevati degli Appennini. Di fronte ad esso si erge la sagoma del Monte Vettore (2.476 m).
Secondo i dati Istat, il paese si è spopolato molto velocemente, nel 2001 il paese era abitato da 150 residenti, mentre 7 anni dopo, nel 2008, sono stati censiti solo 8 abitanti fissi, anche se in estate durante la fioritura arriva fino a 50 abitanti circa.

Nel periodo tra fine giugno, inizio luglio la valle sotto il paese passa da una valle di pascolo ad una distesa di fiori dai mille colori.

Il rosso, blu, giallo ed altre mille sfumature, il ronzio delle api, il vento che soffia tra i fiori, e migliaia di persone che si riversano in una valle enorme, circondata da monti morbidi, che avvolgono la valle come se volessero esaltarla con la loro morbidezza.
Non tutti gli anni la fioritura cade nel solito periodo e non sempre con la solita intensità, merita informarsi, per evitare di andare e trovare un prato verde.
Noi abbiamo avuto abbastanza fortuna perché i campi erano abbastanza pieni e profumati.
Sul lato sinisto della valle guardando Castelluccio c’è una cosa stranissima, Bosco Italia, un boschetto fatto ad italia.

Castelluccio di Norcia, Norcia e Cascia
Bosco Italia

Dalla valle si sale su al paese in auto, che ha una piazza principale dove troverete uno dei motivi per essere saliti fin la su: il panino con lo scarafischio.

Castelluccio di Norcia, Norcia e Cascia

 

Un panino con la salsiccia cotta con le bacche di ginepro, una cosa DIVINA!
Castelluccio di Norcia, Norcia e Cascia

Fatte le foto di rito e pranzato, riscendiamo di nuovo a valle per dirigersi verso Cascia dove avevamo prenotato il nostro hotel.

Cascia è un piccolo borgo, famoso nel mondo per la sua Santa, Santa Rita, avvocata dei casi impossibili.Santa Rita è una delle Sante più amate ed è oggetto di una straordinaria devozione popolare perché è molto amata dal popolo che la sente molto vicina per la “normalità” dell’esistenza quotidiana da Lei vissuta, prima come sposa e madre, poi come vedova e infine come monaca agostiniana.

A Santa Rita la vita non le risparmiò nulla:
Giovanissima fu data in sposa ad un uomo iroso e brutale col quale ebbe due figli, tuttavia con il suo tenero amore e passione riuscì a trasformare il carattere del marito e a renderlo più docile.
Il marito fu assassinato e nel giro di poco tempo anche i figli lo seguirono nella tomba.
Ella però non si abbandonò al dolore, alla disperazione, al rancore o al desiderio della vendetta, anzi riuscì in modo eroico a sublimare il suo dolore attraverso il perdono degli assassini del marito. Si adoperò instancabilmente per riappacificare la famiglia del marito con gli assassini, interrompendo cosi la spirale di odio che si era creata.
Entrò in convento e lì visse gli ultimi 40 anni di vita in assidua contemplazione, penitenza e preghiera, completamente dedita al Signore.

Santa Rita, 15 anni prima di morire, ricevette la singolare “spina” di quella piaga che le si stampò dolorosa sulla fronte, che incessantemente le procurò i terribili dolori e le sofferenze inaudite della coronazione di spine.

 

Castelluccio di Norcia, Norcia e Cascia
Corpo di Santa Rita

Il paesino vive esclusivamente intorno alla Santa ed è pieno di gente in pellegrinaggio. L’aria che si respira è mistica, e per chi è devoto la pace spirituale è profonda.

Castelluccio di Norcia, Norcia e Cascia
Santuario di Santa Rita da Cascia

Fatto un piccolo giro per il paese e visitato il santuario, andiamo a letto.

La mattina di buon ora si torna a Castelluccio (40 minuti di auto) per fare qualche foto con il sole (visto che il primo giorno era nuvolo) e poi andiamo riprendiamo la macchina per visitare Norcia.
Castelluccio di Norcia, Norcia e Cascia
Castelluccio di Norcia

Norcia è molto carina, il classico borgo medievale circondato da mura di fortificazione, all’interno c’è una piazza principale Piazza del Duomo dove si affacciano il Museo della Castellina, la Basilica di San Benedetto ed il palazzo comunale.
Il borgo è pieno di ottimi ristoranti dove è possibile degustare i prodotti tipici.

Un pò di consigli per un week end come questo:

– Castelluccio di Norcia durante la fioritura: se andate di sabato potete provare a salire in paese con la macchina, ma di domenica vi conviene lasciarla giù nella valle nei parcheggi attrezzati con navetta a pagamento 3,00€ a persona andata e ritorno.

– Norcia vi consiglio di lasciare l’auto su questo lato del paese che se avete fortuna ci sono posti gratuiti con le strisce bianche ed è vicinissimo alla piazza principale.

Un abbraccio,
Toscani Viaggiatori
Seguici anche su Facebook

Potrebbe interessarti anche...


Lascia un commento