COME TI COSTRUISCO UN VIAGGIO

Salve Viaggiatori, Francesca oggi vuole darci un consiglio che può essere utile a tutti voi: COME TI COSTRUISCO UN VIAGGIO

Leggendo sui vari gruppi di viaggi ho notato che una delle domande che più frequentemente le persone pongono è come si riesce ad organizzare un viaggio da soli, da qui l’idea di dare qualche consiglio che può essere utile a chi magari è alle prime armi e vuole iniziare a divertirsi progettando il proprio viaggio.

COME TI COSTRUISCO UN VIAGGIO
Premessa fondamentale: quelle che seguiranno non sono regole ferree né, tanto meno, degli imperativi validi sempre e comunque, ma solo dei piccoli consigli che noi applichiamo da anni e che ci hanno aiutato nell’organizzazione dei nostri viaggi.

1 STEP
La scelta della meta.
COME TI COSTRUISCO UN VIAGGIO
Può forse sembrare un inizio ovvio ma scegliere la meta giusta nel periodo giusto è spesso fondamentale per non ritrovarsi con un viaggio rovinato e tanti soldi buttati! Purtroppo molto spesso si ha la possibilità di prendere ferie solo in determinati periodi dell’anno e quindi controllare la situazione meteorologia può essere fondamentale. Al di là dell’ovvia considerazione che nessuno è veggente e che quindi è impossibile predire con sicurezza il meteo e che, soprattutto negli ultimi anni, il clima ha subito (purtroppo) delle variazioni significative, è innegabile che alcune zone del Pianeta siano a rischio maltempo/pioggia/uragani in determinati periodi dell’anno. Il primo passo, secondo noi, è dunque, una volta individuato il periodo dell’anno che si ha a disposizione, cercare una meta il cui clima sia adatto al periodo (su internet ci sono svariati siti che permettono di fare questa ricerca).
Un altro aspetto fondamentale è vedere quanti giorni di ferie si hanno: inutile dire che scegliere come meta, ad esempio l’Australia sapendo di avere una settimana di ferie potrebbe non essere la decisione migliore.
A questo punto abbiamo deciso il periodo e la meta.

2 STEP
La scelta del mezzo di trasporto e l’acquisto del biglietto. Qui entrano in ballo svariate teorie su quanto tempo prima comprare i biglietti (aerei). Noi seguiamo una regola semplice (ed a nostro avviso efficace): monitoriamo i prezzi dei voli che possono interessarci e quando riteniamo che oltre una certa cifra il costo non possa più scendere li compriamo. Ci abbiamo sempre azzeccato? Ovviamente no! Ci sono state volte in cui il prezzo dello stesso volo è sceso non dico della metà ma quasi giusto il giorno dopo il nostro acquisto e noi avremmo voluto mangiarci le mani per cui, per evitare crisi isteriche postume (ed inutili), da dopo l’acquisto non controlliamo più i prezzi!

COME TI COSTRUISCO UN VIAGGIO

Dettaglio non proprio trascurabile: alcuni Paesi richiedono un visto, altri una validità del passaporto di almeno 6 mesi, altri ancora un invito da parte del Paese che si intende visitare (inteso come prenotazione dell’albergo): è, quindi, fondamentale informarsi bene prima di fare qualunque acquisto! Tra l’altro se non si è in possesso del passaporto bisogna tenere presente che ogni comune italiano ha dei tempi di attesa diversi per ottenerlo per cui fate bene i conti!!
A questo punto abbiamo periodo, meta e soprattutto biglietti! E qui inizia l’avventura.

3 STEP
Tappa obbligata in libreria per comprare tutte le guide/mappe/cartine che troviamo.

COME TI COSTRUISCO UN VIAGGIO
Dopo di che ci si tuffa in internet per leggere quanti più diari possibile sulla meta scelta. In questo modo, avvalendosi dei consigli di chi quei posti li ha già visitati, ci si può fare un’idea di cosa assolutamente non ci si può perdere e di cosa, invece, si può evitare.
Questa fase di progettazione e lettura può richiedere molto tempo ma, a nostro avviso, è fondamentale per evitare di perdersi qualcosa di interessante e soprattutto per razionalizzare bene il tempo a disposizione (per esempio nei viaggi molto lunghi ci sono sempre dei giorni di puro trasferimento in cui magari si percorrono 600 Km ma magari evitare di metterne due o tre di fila può essere utile!).
A questo punto inizia la vera fase di progettazione del viaggio: armati di quaderno, penna,evidenziatori e matite colorate (e tanti, tantissimi post-it!) si crea il viaggio.
Fondamentale è un sito internet affidabile per calcolare distanze e tempi di percorrenza.

COME TI COSTRUISCO UN VIAGGIO
(Magari qualcosa di un po’ più moderno)

In questa fase noi utilizziamo una mappa dettagliata per segnare il percorso che intendiamo fare e per segnare le mete (città) in cui intendiamo fermarci. In base alle guide ed ai diari decidiamo quanti giorni dedicare ad ogni tappa (ovviamente in base a quanti giorni abbiamo a disposizione) cercando di non essere troppo tirati come tempi perché gli inconvenienti sono dietro l’angolo e, soprattutto in viaggi lunghi, è meglio avere un margine di errore.
Alla fine di questa fase dovremmo avere una mappa con evidenziato il percorso scelto.

COME TI COSTRUISCO UN VIAGGIO

4 STEP
Scelta delle sistemazioni.
Ci sono viaggi in cui si parte senza prenotare nulla (se non forse la prima notte) e ce ne sono altri in cui è importante avere già tutto prenotato per due ragioni fondamentali: se il periodo scelto è in alta stagione può essere molto difficile trovare anche solo un buco in cui dormire; se i chilometri da percorrere ogni giorno sono molti e le cose da fare/vedere anche di più può essere un po’ stancante mettersi anche a cercare una sistemazione per la notte. Detto questo ormai i siti internet su cui fare affidamento per le prenotazioni sono molteplici, sia che si opti per un albergo sia che si scelga un appartamento.
Fondamentale è leggere SEMPRE i termini di cancellazione di una prenotazione per evitare sorprese sgradite!
Utile è leggere: recensioni e modalità di pagamento (carta, …).
Affitto di una macchina: se si sceglie un viaggio on-the-road nel 90% dei casi è necessario noleggiare una o più macchine. Anche per l’affitto delle automobili (come per i voli) esistono siti che comparano i vari prezzi e già così ci si fa un’idea generale della spesa da affrontare. Al prezzo base di solito vanno aggiunte delle assicurazioni supplementari. Noi (forse per eccesso di prudenza) per viaggi lunghi, soprattutto su terreni accidentati (Alaska in inverno con il ghiaccio oppure Red Center australiano con gli sterrati) scegliamo sempre di togliere la franchigia e di fare l’assicurazione “casco”: sicuramente così la spesa lievita (spesso anche di parecchio) ma l’esperienza ci ha insegnato che non si risparmia mai su questo punto! (per alcuni viaggi, come gli sterrati, fate sempre attenzione all’assicurazione cristalli: in Alaska un enorme tir ci ha “sparato” un pietra sul cristallo anteriore facendo un danno non indifferente, per fortuna non avevamo franchigia ed avevamo fatto TUTTE le assicurazioni, per cui: nessun problema!).
Altro punto: scegliere la macchina più adatta al viaggio. Se si sa già che si faranno un bel po’ di Km in sterrato è molto utile una bella 4×4 idem se si sa già che si guiderà su ghiaccio e neve.

COME TI COSTRUISCO UN VIAGGIO
(ok forse qui avevamo un po’ esagerato!)
A questo punto abbiamo: una destinazione, un itinerario ed anche le sistemazioni.

5 STEP
Escursioni e simili
Ovviamente questo punto è dedicato solo a chi, come me, ha una maniacale tendenza alla programmazione!
Sempre attraverso i diari di viaggio (ed anche grazie alle guide) noi facciamo un elenco di tutte le attività che ci interesserebbe fare (bagno con le mante, giri in elicottero, escursioni per vedere le balene, …) e cerchiamo su internet i vari siti che le offrono: a questo punto si confrontano prezzi e offerte ed il gioco è fatto. Tutto prenotato!
Ok so che può sembrare un po’ eccessivo (e forse lo è!) ma in alcuni casi è stato fondamentale: la gita con cani a Barrow, Alaska è stata possibile solo grazie a notti intere passate a navigare su internet alla ricerca di qualcuno che la organizzasse (in questo modo, tra l’altro, abbiamo conosciuto persone fantastiche un po’ in tutte le parti del mondo, che poi si sono rivelate utilissime durante i nostri viaggi). Alcune escursioni si possono fare solo se prenotate con largo anticipo, oltre al fatto che su internet si trovano le varie proposte con i relativi prezzi per cui si ha una vasta gamma di scelte.

2 Consigli al volo:
leggere sempre bene il peso dei bagagli quando si viaggia in aereo (varia a seconda della compagnia);
fare sempre una buona assicurazione sanitaria prima di partire (internet pullula di siti che comparano le varie polizze) leggendo attentamente anche le clausole scritte piccole (tipo se in caso di necessità si deve anticipare la somma che verrà rimborsata solo in un secondo tempo oppure se è la compagnia assicurativa stessa a pagare immediatamente);
nei nostri ultimi viaggi abbiamo anche fatto una cosa per noi assolutamente nuova: ci siamo registrati sul sito della Farnesina comunicando dove saremmo andati;

Queste poche righe vogliono solo essere un piccolo aiuto (spero!) per chi ha intenzione di organizzare da solo un viaggio e magari non sa bene da che parte iniziare.

Buon viaggio!!

COME TI COSTRUISCO UN VIAGGIO

Un Abbraccio,
Toscani Viaggiatori
Seguici anche su Facebook
Ci puoi trovare anche su LUCCA IN DIRETTA

Potrebbe interessarti anche...


Lascia un commento