Disneyland Paris

Stavolta siamo stati nel posto dove i sogni di grandi e piccini si realizzano: DisneyLand Paris

Partiamo con un volo EasyJet che in meno di 2 ore ci fa arrivare a Parigi Orly, che è l’aeroporto più vicino al parco (a nostro avviso non merita prendere un volo anche più economico che atterra in un altro aeroporto se poi devi farti 120 km di pullman o treno).
Per risparmiare ancora più tempo ci affidiamo al servizio Magical Shuttle (li riconoscerete perché sono grandi bus rossi con i personaggi Disney sopra) che in circa 40 minuti ci porta dritti davanti al nostro hotel, va detto però che conviene usufruire di questi “speciali” bus se si alloggia in uno degli hotel del parco, cosa che noi stavolta abbiamo fatto per sfruttare al massimo i 3 giorni a disposizione. In pratica abbiamo acquistato un pacchetto che comprendeva l’hotel, il bus shuttle da/per l’aeroporto, la mezza pensione utilizzabile sia a pranzo che a cena in qualunque parte dei parchi e gli ingressi ad entrambi i parchi per i giorni del soggiorno.

Non ci soffermiamo a parlare di prezzi perché sul sito disneylandparis.it è tutto molto chiaramente indicato, di certo non è un parco divertimenti “economico” però vale davvero la pena! Ma ritorniamo a noi, arrivati in hotel, avendo scelto l’hotel Cheyenne, ci troviamo praticamente nel West…

Disneyland Paris

 

Disneyland Paris

…l’aspetto esterno é curato nei minimi dettagli, con tanto di carovana e sceriffo che ci fa il Check In ( all’interno del parco ci sono vari hotel a tema come il vecchio West, Cars, le principesse, etc. etc.).
Lasciamo la nostra camera ed essendo già le 13 ci dirigiamo al parco con un comodo servizio navetta di fronte all’hotel  (che passa ogni 10 minuti fino alle 23) e in  5 minuti siamo all’ingresso. Finalmente!!!!

Disneyland Paris

Disneyland si divide in due parchi tematici: parco Disneyland dedicato ai protagonisti come Topolino, Paperino e a tutte le fiabe Disney; e il parco Walt Disney Studios…

Disneyland Paris

…dove troviamo i personaggi dei cartoni animati più recenti e alcuni set dove si possono scoprire tutti i magici segreti. Iniziamo proprio da questo e in un attimo ci ritroviamo sul set del film “Armageddon” , subito dopo siamo a vedere uno spettacolo di stunt-man, e di nuovo ci ritroviamo dentro il cartone “Ratauille” con lo chef Remy! Ovviamente non possono  mancare rollercast e hotel da brivido!

Disneyland Paris
Disneyland Paris

Ma il tempo passa veloce e siamo già pronti per vedere lo spettacolo di chiusura del parco alle 22 che si svolge sulla facciata del Castello Incantato e qui veramente capiamo di essere in un posto magico, dove i sogni diventano realtà. Lo spettacolo é sorprendente, musica, parole e immagini proiettate si susseguono fino a culminare in scenografici fuochi d’artificio!

Disneyland Paris

 

Disneyland Paris

La mattina successiva ce la prendiamo comoda e dopo una colazione da “cowboy” (essendo nel Far West :-)) ci immergiamo nelle favole e andiamo a bere un thè con Alice nel paese delle meraviglie, poi a guidare delle fuoriserie anni ’50 passando da Pinocchio e poi da Star Wars…

Disneyland Paris

 

Disneyland Paris

 

Disneyland Paris

 

 

Disneyland Paris

…il tutto senza perderci la parata con i carri e i personaggi Disney che si tiene ogni giorno alle 17.00.  Il giorno dopo un po’ di shopping negli innumerevoli negozi a tema e poi via all’aeroporto, rientriamo felici e con la soddisfazione di aver vissuto per due giorni nelle favole, grazie all’ambientazione perfetta e al personale che ti fa sentire sempre a tuo agio, sia che tu abbia 1 come 100 anni, che dire…. è polvere di stelle!

Disneyland Paris

Un Abbraccio,
Toscani Viaggiatori
Seguici su Facebook

Potrebbe interessarti anche...


Lascia un commento