Expo Milano 2015

Ciao a Tutti, non potevamo mancare all’evento che ha messo in risalto l’Italia nel mondo: Expo 2015.

 

Expo Milano 2015

Abbiamo acquistato i biglietti ancora prima dell’apertura certi che sarebbe stata una manifestazione unica e le nostre aspettative sono state rispettate in pieno!

Va precisato che esistono biglietti a data fissa, in cui va scelto il giorno al momento dell’acquisto, e biglietti a data aperta, in cui basta scegliere la data pochi giorni prima e fissare.
Scelto il week end  in cui partire, abbiamo fissato la data dal sito Internet per garantire l’accesso (ma non è obbligatorio).
La Fiere concede alle ore 18.00 l’ingresso serale ad un prezzo ridotto di € 5,00 a persona in modo da iniziare a guardarsi intorno.
Così abbiamo fatto e sabato sera siamo entrati con il biglietto serale, se avete la possibilità merita perché tutti gli stand e l’albero della Vita sono illuminati, e ogni Nazione ha piccoli ristoranti e street food dove si può assaggiare e perfino ballare, l’unica cosa negativa è che gli stand veri e propri chiudono alle 21.00, mentre la Fiera chiude alle 24.00.
Abbiamo fatto uno spuntino in Colombia e in Argentina, ballato in Israele e il Slovenia, e poi a chiusura ce ne siamo tornati in hotel.
La mattina dopo di buon ora (la fiera apre alle 10.00 ma consigliamo vivamente di andare presto) ci siamo recati ad Expo pronti per camminare (taaaaanto) e vedere i padiglioni (facendo l’immancabili code).
Va detto che per vedere tutto sono necessari più giorni, lo spazio espositivo è davvero enorme e ogni cosa è bella e merita di essere vista con calma, il tema centrale ovviamente ruota intorno al cibo, a come migliore le coltivazioni e ad un minore inquinamento ambientale ma ogni Nazione propone anche le bellezze locali oltre che alle proprie risorse ambientali.

Piccoli consigli: la fiera è raggiungibile in pratica da ogni mezzo, bus, treno, metro, noi siamo andati in auto e consigliamo il parcheggio P4 zona Fiera di Milano abbastanza vicino (5 minuti) ad uno degli ingressi (all’ingresso Florentia) con un biglietto unico giornaliero e €16,50.
Ci sono circa 6 parcheggi tutti intorno, quelli più distanti sono serviti da navette. Anche se si possiede un biglietto elettronico e non dobbiamo passare dalle casse consigliamo di andare molto presto all’ingresso perché comunque c’è da passare per i controlli di sicurezza e perché l’affluenza è davvero davvero impressionante.
I controlli di sicurezza sono simili a quelli aeroportuali quindi a grandi linee niente acqua né coltellini né borsoni voluminosi.

….Ed infine munirsi di pazienza per godersi appieno l’esperienza perché è inevitabile che con così tanti visitatori ci sono piccole (ed a volte grandi) file per ogni cosa.
Va detto anche che è tutto perfettamente organizzato e il personale è sempre presente per indicazioni e aiuto.

I padiglioni che siamo riusciti a visitare sono:

Padiglione Zero
Angola
 
Repubblica di Corea
 
Malaysia
 
Expo Milano 2015

 

Expo Milano 2015Expo Milano 2015
 
 
 
Cina
 
Kazakhstan
Regno Unito
Romania
Iran
Stati Uniti d’America
Monaco
Turkmenistan
Expo Milano 2015

 

Expo Milano 2015
Oltre ai Padiglioni maggiori ci sono in giro per l’EXPO stand molto più piccoli o spesso solo un piccolo Shop, di Stati più poveri che non hanno avuto possibilità di costruire il mega padiglione, ma che meritano tantissimo di essere visitati, perché li troviamo gente meravigliosa che ha voglia di una rivincita e la possibilità di mostrare quanto meravigliosa sia la sua nazione, noi siamo riusciti a vedere questi:
Uzbekistan
Expo Milano 2015

 

Expo Milano 2015
Ghana, Haiti, Congo, Tanzania, Afghanistan….
Uno Spettacolo da non perdere è l’Albero della Vita
Expo Milano 2015

Se avete possibilità visitate il Padiglione Italia e Giappone, che noi purtroppo non siamo riusciti a vedere, dicono che siano fantastici!

Per tutti i dettagli vi invitiamo a consultare il sito dedicato www.expo2015.org e che dire… Buon giro del mondo grazie a Expo 2015!

Un abbraccio
Toscani Viaggiatori
Seguici anche su Facebook

 

Potrebbe interessarti anche...


Lascia un commento