Lisbona, una città tutta da scoprire ed assaggiare

Salve Amici Viaggiatori, scegliamo Lisbona per questo weekend lungo, per la sua posizione che rende gli inverni miti e soleggiati, infatti troviamo temperature primaverili anche la sera.
Atterriamo nel pomeriggio, scegliamo il taxi per raggiungere l’hotel (ma l’aeroporto è servito anche con la metro che porta al centro) e poi usciamo per guardarci intorno.
Passeggiata e aperitivo al Barrio Alto (uno dei quartieri di Lisbona), da dove è possibile avere una splendida vista sulla città
Lisbona, una città tutta da scoprire ed assaggiare

abbiamo visto anche i famosi e storici tram 28 e 29,

Lisbona, una città tutta da scoprire ed assaggiare
Siete stanchi delle innumerevoli salite e discese che caratterizzano ogni stradina del centro? Quale migliore occasione per viaggiare con gli Elevador! Si tratta di pittoreschi tram che viaggiano lungo alcune delle più impervie vie e vi consentono di vivere un’esperienza eccitante, un viaggio in questo simpatico mezzo di trasporto non ha prezzo!

 

Lisbona, una città tutta da scoprire ed assaggiare

poi cena allo storico locale “A Seveda” , famoso fin dal 1955 per il cibo e per lo spettacolo di Fado (musica portoghese cantata con il solo accompagnamento di chitarre),

Lisbona, una città tutta da scoprire ed assaggiareLisbona, una città tutta da scoprire ed assaggiare

il locale mantiene le aspettative, abbiamo assaggiato il baccalà e respirato l’aria del Portogallo (la spesa con cena e spettacolo si aggira sui €50,00 a testa vino compreso, non é economico ma merita la spesa).

Una fermata al caffè dove Pessoa trascorreva parte del suo tempo e poi a dormire.
Lisbona, una città tutta da scoprire ed assaggiare

Di buon mattino tra metro e treno (a proposito, il biglietto che si fa per la metro alle casse automatiche o alle cartolerie vale per tutti i mezzi tram, treno, metro, ascensori) arriviamo al Monastero Dos Jeronimos, bellissimo e sul mare (anche se parzialmente in ristrutturazione).

Lisbona, una città tutta da scoprire ed assaggiare

 

Lisbona, una città tutta da scoprire ed assaggiare

Vicinissima ci aspetta la Torre di Belem, che sorprende per l’imponenza e le decorazioni manueline, è considerata il simbolo di Lisbona e infatti é super affollata di visitatori.

Lisbona, una città tutta da scoprire ed assaggiare
Lisbona, una città tutta da scoprire ed assaggiare

La sera la passiamo al quartiere di Alfama, passeggiando per i vicoli stretti e tortuosi scegliamo un ristorante famoso per la griglia il “Grelhador de alfama” che ci fa sentire come a casa, la titolare é socievole e ci porta tanti piccoli assaggi tra una portata e l’altra, che dire, l’ospitalità qui a Lisbona è davvero bella. Il mattino successivo ci affidiamo ad una guida lisbonese ma parlante italiano, e facciamo una gita fuori porta. Prima tappa al Santuario di Fatima, che accoglie milioni di persone, infatti é tutto molto “in grande”, peccato per i molti negozi di souvenir e gli hotel nelle vicinanze con i nomi di Santi e Papi, a mio avviso troppo esagerato e poco rispettoso del luogo.

Lisbona, una città tutta da scoprire ed assaggiare

 

Lisbona, una città tutta da scoprire ed assaggiare

 

Lisbona, una città tutta da scoprire ed assaggiare

Pranzo con olive, prosciutto e l’immancabile baccalà e poi tappa al Monastero di Batalha, opera del XIV secolo, molto ben conservato, si respira un’aria “antica”. Ci gustiamo questa visita in tranquillità, siamo fortunati perché non troviamo affollato.

Lisbona, una città tutta da scoprire ed assaggiare

 

Lisbona, una città tutta da scoprire ed assaggiare

 

Lisbona, una città tutta da scoprire ed assaggiare

 

Lisbona, una città tutta da scoprire ed assaggiare

Ma é già il momento di andare a Nazarè, piccola città dove le tradizioni portoghesi tornano a farci visita con una splendida vista sull’oceano.

Lisbona, una città tutta da scoprire ed assaggiare

 

Lisbona, una città tutta da scoprire ed assaggiare

 

Lisbona, una città tutta da scoprire ed assaggiare

 

Lisbona, una città tutta da scoprire ed assaggiare

E poi a Obidos, circondato da antiche mura del XII secolo, il paese é curato in tutti i dettagli e le viette sono piene di artigiani e di belle decorazioni Natalizie. Assolutamente da assaggiare il liquore tipico, la “ginhjinha”, servito in piccole tazzine di cioccolato fondente, una bomba! 🙂

Lisbona, una città tutta da scoprire ed assaggiare

 

Lisbona, una città tutta da scoprire ed assaggiare

 

Lisbona, una città tutta da scoprire ed assaggiare

Non potevamo partire senza essere stati a Rossio, che raggiungiamo in taxi per ottimizzare il tempo che ci rimane. Ci accoglie la famosa piazza di Praca de D. Pedro IV, famosa per le feste popolari nel medioevo ma anche per le esecuzioni nel periodo dell’inquisizione.

Lisbona, una città tutta da scoprire ed assaggiare

 

Lisbona, una città tutta da scoprire ed assaggiare

Da vedere anche il palazzo lì vicino che adesso ospita la stazione ferroviaria.

Lisbona, una città tutta da scoprire ed assaggiare

Ma il nostro obiettivo é l’elevador de Santa Justa, ascensore panoramico che risale al 1898. Dotato di cabine in legno e ottone, é inserito in una torre di ferro che per molti aspetti richiama la torre Eiffel. Lo abbiamo trovato in ristrutturazione ma funzionante e ovviamente siamo saliti!!

Lisbona, una città tutta da scoprire ed assaggiare
Lisbona, una città tutta da scoprire ed assaggiare

Dall’alto si gode di una vista della città a 360* che ci fa apprezzare ancora una volta il mare e la temperatura mite di Lisbona.

Lisbona, una città tutta da scoprire ed assaggiare

Pausa caffè e pastel de nata, il dolce tipico portoghese buonissimo,

Lisbona, una città tutta da scoprire ed assaggiare

e via a visitare le rovine dell’antica chiesa di Santa Maria del Carmo, parzialmente distrutta dal terremoto del 1755, e lasciata così a memoria storica, tra l’altro ospita anche il museo archeologico del Carmo.

Lisbona, una città tutta da scoprire ed assaggiare

 

Lisbona, una città tutta da scoprire ed assaggiare

 

Lisbona, una città tutta da scoprire ed assaggiare
Lisbona, una città tutta da scoprire ed assaggiare
Che dire, colpisce anche per la posizione centrale di questa costruzione semi distrutta nel centro del quartiere.
E ancora raggiungiamo il castello di S. Jorge,
Lisbona, una città tutta da scoprire ed assaggiare

 

Lisbona, una città tutta da scoprire ed assaggiare

 

Lisbona, una città tutta da scoprire ed assaggiare

che dall’alto domina la capitale e ci offre una vista nuova sul ponte Vasco De Gama, il più lungo d’Europa, e sul Cristo Rei.

Lisbona, una città tutta da scoprire ed assaggiare

Passeggiamo sui camminamenti del castello, ci fermiamo nelle torri per fotografare il panorama e ci rilassiamo nel giardino e nel sito archeologico posto all’interno della cinta muraria.

Il castello, costruito dai Visigoti e più volte ingrandito e restaurato, è sicuramente una delle cose da non perdere a Lisbona! Fu residenza reale sino al XVI secolo ed è famoso soprattutto per la spettacolare vista che si gode dai suoi belvedere. Dell’edificio rimangono imponenti mura merlate con dieci torrioni, che insieme ad alcune costruzioni, tra cui i resti del Palazzo Reale, ai giardini e ad una larga piazza con terrazze panoramiche formano l’intero complesso fortificato. L’entrata principale della Cittadella è costituita da un cancello del XIX secolo con lo stemma del Portogallo. All’interno alcune vecchie sale della residenza reale sono state trasformate in spazi museali e di servizi. Da non perdere la Sala Ogivale, quella della Cisterna e la Cappella di San Miguel. Una serie di scale permette invece di raggiungere la camminata lungo i muri e le torri. Tra queste merita di essere segnalata la Torre de Ulisses, dove un periscopio, attraverso un gioco di schermi e specchi, permette di ammirare un panorama sulla città del tutto particolare. Intorno alla Cittadella sorge il nucleo archeologico dei primi insediamenti di Lisbona.
Oltre al Castello, il quartiere dell’Alfama opsita l’antica Cattedrale di Lisbona (XII-XIV sec.), austera ma ricca di tesori, il Convento da Graça, il Monastero di São Vicente de Fora, con il grande chiostro decorato con azulejos che richiamano scene dalle favole di La Fontaine, il Museo del Fado, e la Chiesa di Santa Engrácia, una graziosa chiesa in stile barocco del XVII secolo, ora luogo di sepoltura per le più importanti personalità portoghesi.
Il nostro soggiorno è stato di 4 giorni, che per iniziare a vedere la città possono bastare, ma la nostra sensazione è che ce ne vorrebbero molti di più per vedere e apprezzare questi portoghesi, Lisbona ci è rimasta nel cuore e ci siamo ripromessi di ritornare con più tempo a disposizione, e magari per farci pure un bagno nell’oceano.
Un abbraccio
Toscani Viaggiatori
Seguici anche su Facebook e LoSchermo

Potrebbe interessarti anche...


Lascia un commento