Los Angeles in 7gg

Oggi parliamo di un viaggio fantastico offerto da una cara amica di nome Shanty che ha un interessante CANALE YOUTUBE:

Ciao a tutti! Sono Shanty,32 anni e vivo a Padova con il mio fidanzato Andrea. Stiamo insieme da più di 2 anni e, a fine gennaio, siamo riusciti a fare il viaggio che abbiamo sognato da quando ci siamo conosciuti : Tre settimane tra California, Nevada, Arizona….. e nuovamente California!

GIORNO 1
Dopo lunghi, lunghissimi mesi spesi a cercare, programmare, leggere diari di viaggio e prenotare… arriva il BIG DAY. Dopo una notte insonne arrivano a prenderci i genitori di Andrea, i quali, nel tragitto stavano per essere centrati da un’ambulanza che senza sirene non ha rispettato uno stop! Dopo aver realizzato che sono sani e salvi cominciamo a caricare le valige in auto e traaak, la maniglia della valigia di Andrea si rompe! Poco male, ne compreremo una durante il viaggio, oggi la sfiga non ci fermerà! Abbiamo prenotato un volo Lufthansa da Venezia con scalo a Monaco. Il primo volo fila liscio e Monaco ci accoglie con una tormenta di neve, fiocchi come palle da baseball! Non c’è tempo di ammirare la Dama Bianca, dobbiamo correre a farci dare un’altra carta d’imbarco e poi i controlli! Al check-in la signorina riscontra dei problemi con l’esta di Andrea, il numero del passaporto sull’esta non coincideva con il numero reale. Brividi lungo tutta la schiena per 5 minuti abbondanti finchè questa non capisce che la sua macchinetta non leggeva il numero del passaporto per intero!!!! Passata la paura corriamo ai controlli e una volta superati decidiamo di dare il via alla nostra rubrica “Wild West Winter”, una serie di video giornalieri che per ora pubblicheremo su facebook in tempo reale, una volta tornati li caricheremo nel nostro canale youtube. L’imbarco avviene poi in modo abbastanza veloce e ci siamo, siamo sul volo!! Speravamo di salire nel bestione a due piani ed invece no…. era anche  vecchiotto come aereo secondo noi, e  soprattutto, scomodo, infatti 12 ore di volo seduti stretti non è proprio stimolante…. WHO CARES stiamo andando nel nuovo mondo e abbiamo anche il WIFI a bordo per far rosicare tutti gli amici postando le foto della  Groenlandia che, dal cielo, è uno spettacolo

Los Angeles in 7gg

Arriviamo a Los Angeles alle ore 15.30 locali (00.30 per il nostro fuso). Prendiamo un taxi che ci porta in un attimo a Santa Monica nella casetta che abbiamo affittato tramite airbnb. E’ piccolina, lavandino e vasca appena si entra, water in un mini-stanzino chiuso da una tenda e letto matrimoniale. Tutto nuovo e pulito e a noi basta e avanza, tanto staremo sempre fuori e per quello che abbiamo speso! (215 euro a testa per 5 notti) In più il nostro host è un bassista rokkettone ed Andrea, bassista anche lui, ne è felicissimo! L’aspetto più bello è che siamo a circa 3 minuti a piedi dall’oceano e a 10 dal famoso molo di Santa Monica. Decidiamo di fare un salto in spiaggia a gustarci il tramonto sull’oceano (meraviglioso), cena veloce in un localino trovato a caso, con musica live, il tutto condito da un’aria primaverile! Morti di stanchezza verso le 20.30 di sera collassiamo a letto.

GIORNO 2
Ore 04.30 siamo svegli ed arzilli come cavallette. Proviamo a richiudere gli occhi ma non c’è nulla da fare. Cazzeggiamo a letto fino alle 6 di mattina, orario in cui apriva un bar vicino casa dove producono dolci bio che solo a guardarli viene l’acquolina ed hanno una marea di tipi di caffè, l’ Urth Caffe. Prendiamo due cappuccini e due muffin e lo nominiamo bar di fiducia per le prossime 5 mattine. Scopriamo dal sito che ci sono ben 5 Urth collocati a Los Angeles, se vi capita andate ad assaggiare quel ben di Dio  ( http://www.urthcaffe.com/ )
Ci dirigiamo in mattinata verso il centro di Santa Monica passeggiando sulla spiaggia strapiena di surfisti. Oggi giornata tranquilla tra Santa Monica e Venice Beach per riprenderci da ieri. Girovaghiamo tra il Santa Monica Pier e la Third Promenade (centro di S.M.) finchè verso le 11 decidiamo sia giunto il momento della seconda colazione e Jinky’s è la perfetta location!! Io senza pensarci mi butto sui miei amati pancakes con frutta fresca ed Andrea su uova strapazzate, pancetta e pancakes. E qui nasce la nostra seconda rubrica di viaggio dedicata al cibo: ”Sarà che te magni mae” (sarà che mangi male). I pancakes più buoni di sempre! ( vi lascio il link del locale http://www.jinkys.com/Santa-Monica.html )

Los Angeles in 7gg

Ripassiamo un secondo per casa e ci accorgiamo che durante il giorno è pieno di scoiattoli che, per nulla timorosi delle persone ,si avvicinano! Proseguiamo la nostra camminata e, un paio di vie dopo, ci imbattiamo in un mercatino biologico (si, a L.A. sono fissati con il bio) che è un amore, animali da cortile coccolati da tanti bambini e frutta ovunque!
Proseguiamo la nostra passeggiata verso la pazza Venice Beach e tra negozi di tatuaggi, strane t-shirt, e murales, vediamo i famosi Marijuana Doctor. Uno entra, dice di aver qualche malessere, paga 40 dollari e ti danno il certificato medico per poterti fare le canne. Effettivamente ci rendiamo conto che è pieno di “pazienti” intenti a curarsi tutti insieme 😀
Venice Beach è un insieme di vecchi hippies, barboni, artisti di strada e tanta, tantissima gente che fa sport. Essendo domenica immagino che sia anche più piena del solito e lo sport fa da padrone! Bici, corsa ,rollerblade, tennis, squash, surf.
Scorgiamo sulla spiaggia una grande ed ondulata pista da skate e rimaniamo incantanti a vedere le acrobazie di questi skater che sfidano le leggi gravitazionali.
Il tempo è meraviglioso e ci ritroviamo in maniche corte con una temperatura di 26 gradi… a gennaio!

Los Angeles in 7gg

La sera decidiamo di andare al famoso Bubba Gump (si, proprio quello preso da Forrest Gump)- ecco, mio parere personale, classica trappola per turisti. Cibo mediocre e prezzi altissimi. Di sicuro non ci andremo più!

GIORNO 3
La meta di oggi sono gli Universal Studios! Premetto, noi abbiamo deciso di non affittare l’auto a L.A. per non stressarci in quel traffico assurdo, abbiamo quindi prenotato i tour  con la Starline (prezzi buoni e se si prenota più di un tour ci sono degli sconti). Soggiornando in un b&b , questa compagnia ci ha dato una lista di hotel per il pick-up, ne abbiamo scelto uno a 5 minuti di cammino e quindi ottimo. Dopo l’abituale colazione alle 6 all’Urth Caffe, aspettiamo le 9 per  essere recuperati dal bus della Starline ….siamo pronti per immergerci nel mondo degli Studios!

Los Angeles in 7gg

Gli Universal sono ubicati su 3 livelli e noi decidiamo di dirigerci immediatamente verso il tour dei set (che a mio parere è la cosa più bella… il resto lo potrei definire come…. parco divertimenti)
Ci fanno sedere su questo di trenino aperto e via…. tra i set de Lo squalo, Jurassic Park, Psyco, Il Grinch, Il famoso municipio di Ritorno al futuro ( c’era una sezione dedicata a questo film con la mitica Delorean), La guerra dei mondi (il più impressionante) e la favolosa Wisteria Lane dove abitavano le mie amate disperate! Ci fanno vedere una serie di effetti speciali da una improvvisa inondazione, un incendio nella stazione della metro ed un king kong incazzatissimo.
Il  resto delle attrazioni le definirei cinema in 4d. Molto bella quella dei Simpson e carine le altre. Stanno costruendo una gigantesca sezione dedicata ad Harry Potter ed io ho rosicato da morire.
Abbiamo visto anche gli spettacoli e WaterWorld è stato meraviglioso….. bravissimi stuntman e bei effetti speciali…bello bello bello!!!

Los Angeles in 7gg

Una volta tornati a Santa Monica abbiamo scovato un ristorante di cibo thai  eccezionale. Noi siamo amanti del cibo thai e devo dire che questo ristorante con prezzi nella norma è uno dei più buoni di sempre. Il posto si chiama Thai Dishes ed è vicino la 3rd Promenade, vi lascio il link http://thaidishessantamonica.com/ ( se ci capitate consiglio curry giallo e per dolce sticky rice with mango)

GIORNO 4
Dopo la consueta colazione all’alba con cappuccino e muffin cioccolatoso dell’Urth Caffe e successiva passeggiata sull’oceano per vedere l’alba, ci avviamo verso l’hotel dove verranno a prenderci: oggi GRAND TOUR OF L.A.
Giornata piena, scarrozzati qua e là per tutta L.A. (non tutta, diciamo i posti più famosi dai) con pause dai 20 ai 30 minuti per eventuali foto (vi lascio il link del tour per vedere l’itinerario). E’ stato un bel tour, probabilmente un pochino troppo frettoloso per alcuni punti come ad esempio la Walk of Fame o ad Olvera Street (dove c’è la comunità messicana), d’altronde gli stop erano tantissimi e L.A. immensa…. Troppe corse per i miei gusti. ( http://www.starlinetours.com/los-angeles-tour-2.asp )

GIORNO  5
Finalmente è arrivato il giorno del tour che più aspettavo qui a L.A. ….. oggi si va ai WARNER STUDIOS!!! Noi siamo malati di serie tv e non vediamo l’ora di varcare i cancelli della Warner! Il tour dura 2 ore e 30 …. Niente show o attrazioni come agli Universal. Solo set! Dividono la gente in gruppi di 10 persone per personalizzare il tour a seconda delle preferenze dei vari telefilm. Ci fanno salire a bordo di questo pulmino aperto dove il ragazzo che guida ha un microfono e ci spiega per filo e per segno cosa stiamo vedendo. Ci ritroviamo subito in un centro cittadino che, anche senza il mitico gazebo nel centro , riconosco subito… siamo a STARS HOLLOW (delle mie amate Gilmore’s Girs). Il set è un po’ cambiato perché ad oggi viene usato per altre serie come Hart of Dixie e Pretty Little Liars . Vedo il bar di Luke, la scuola di danza di miss Patty e la casa dei Gilmores (i genitori di Lorelay). E già qua sono estasiata!

Los Angeles in 7gg

Il tour prosegue in mezzo ad una giungla con tanto di pioggerella e laghetto con annessa casetta, dove ci viene spiegato che è usata per tantissimi film e telefilm. Proprio li sono state girate tante scene di moltissimi telefilm come E.R. (non so in che puntata Clooney si è tuffato in quel laghetto), The Mentalist, Tue Blood, la scena di una gita fuoriporta di The Big Bang Theory ecc….
Passiamo da un set all’altro, da strade di Chicago (dove son girate alcune scene di Shameless) a quelle di New York fino ad arrivare ad un grande edificio dove ci fanno scendere. Il primo piano è  dedicato a Batman e a tutti i suoi film, ma non essendo appassionata faccio un giro veloce e mi fiondo al secondo piano che è interamente dedicato al mio amico Harry Potter. Con l’entusiasmo di una bimba a Natale mi emoziono davanti a tutto!!! Il cappello parlante , i vestiti della lotta finale di Harry, Ron, Hermione e dell’Oscuro Signore, il camino pieno di lettere, la mappa del malandrino, Dobbie ecc ecc….. SPETTACOLO!

Los Angeles in 7gg

Si passa successivamente alla parte del tour che riguarda i set interni, purtroppo non ci hanno fatti entrare in quello di The Big Bang Theory aimè. Siamo entrati nel set interno di un telefilm sconosciuto. E stato incredibile vedere l’effetto di stare in un giardino esterno con erba ,fiori ed alberi, nonostante fossimo al chiuso!
Altra cosa degna di nota è che ci hanno fatti entrare nel set di Friends, precisamente al Central Perk. C’è la possibilità di fare una foto sul mitico divano della serie (peccato che le foto che ci hanno fatto sono uscite oscene…)

Los Angeles in 7gg

E queste le riconoscete?? Pillola rossa o pillola blu? 

Los Angeles in 7gg

Insomma io ne sono uscita felicissima, e consiglio vivamente a tutti gli appassionati di serie tv di andarci.
Decidiamo poi di tornare alla Walk of Fame, il giorno prima durante il tour ci avevano fatto stare solo 20 minuti e non avevamo visto praticamente… niente! Arrivati nella via delle stelle ci troviamo di fronte ad una folla incredibile, ci rendiamo conto che quella sera ci sarebbe stata la prima del nuovo film di Johnny Depp “Mortdecai”. Dopo un lungo giro tra stelle e negozi di souvenir decidiamo di tornare alla base… ma…. Come? Ci rendiamo conto che con i mezzi ci avremmo messo una vita, in taxi ci avrebbero spennato…. Ed allora propongo di provare il tanto famoso Uber! Per chi non lo sapesse, Uber, è una sorta di servizio taxi privato che, mediante una applicazione sul cell ed inserendo punto di partenza e destinazione, ti dice sia la tariffa stimata che le macchine Uber nelle vicinanze. Una volta inseriti i dati del viaggio, quando un Uber accetta , sempre nella app, viene mostrata una mappa che ti segna la precisa posizione del tuo Uber e quanto ci metterà a venirti a prendere. Uber ti avvisa su chi verrà a prenderti con foto del guidatore , targa e i giudizi che la gente gli ha dato (da 1 a 5 stelle). Una volta arrivato, se per caso non ci si vede sia tu che il guidatore avete i corrispettivi numeri di cell per chiamarvi o messaggiarvi. A fine corsa i soldi vengono scalati sulla carta di credito (cosa che va registrata quando si scarica la app) e tu alla fine puoi valutare il guidatore. La fattura esatta arriverà poi per posta elettronica. Beh, noi Uber lo abbiamo amato, puntuale e tariffe spettacolari! Dalla Walk of Fame a Santa Monica, che sono circa 45 minuti d’auto in mezzo ad un traffico pazzesco abbiamo speso sui 20 dollari totali. Mica male eh? Infatti abbiamo usato tantissimo Uber dove non avevamo l’auto. Vi consiglio di usare Uber al posto dei taxi.
Una volta raggiunta la nostra casina  decidiamo che ne abbiamo abbastanza di carboidrati e andiamo diretti da Whole Foods, famosa catena di supermercati USA dove c’è il reparto buffet. Abbiamo preso le nostre scatole di plastica e le abbiamo riempite di verdura. Il prezzo va a peso. Ottimo per un pasto sano negli States! Ultima sera a Santa Monica, domani ci si sposta ad Anaheim!

GIORNO 6 e 7
Dopo esserci svegliati ANCORA all’alba (ma prenderemo mai il fuso americano?) ed aver fatto colazione ci spostiamo con un Uber fino ad Anaheim. Arriviamo verso le 9.15 nel motel prenotato, il Rodeway Inn & Suites sapendo che il check-in sarebbe stato ore dopo, speravamo comunque di poter lasciare i bagagli. Classico motel senza infamia e senza lode ,lo abbiamo scelto per il prezzo e la vicinanza al Convention Centre di Anaheim (nemmeno 10 minuti a piedi). I proprietari sono stati carinissimi perché oltre ad averci dato la stanza subito ci hanno offerto anche la colazione. La camera è bella spaziosa, due letti matrimoniali. Siamo venuti ad Anaheim per far avverare un sogno di Andrea : andare al Namm Show ! Il Namm è una delle più grandi fiere mondiali dedicata ai prodotti musicali. Oltre a vedere in anteprima i prodotti e provarli ci sono anche molte esibizioni di band più o meno note e, soprattutto esibizioni di grandissimi della musica . Tra l’altro questa fiera non è aperta al pubblico, è solo per espositori e rivenditori ma, tra magheggi vari, sono riuscita ad avere due badge. Andrea, in un mix di eccitazione ed agitazione, corre a fare i badge e finalmente entriamo nella fiera. E’ enorme e strapiena di espositori : qualsiasi strumento musicale, microfoni, spartiti, luci ecc… Siamo un team perfetto perché io mi fiondo su ogni gadget e lui  scruta tutti i volti per  beccare qualche suo mito musicale e direi che ce la siamo cavata bene!!! In due giorni di fiera io ho riempito un trolley piccolo tra magliette, borse, penne, portachiavi ecc…. e lui riesce a vedere dei live di Jordan Rudess, Steve Morse e Dave LaRue e a farsi delle foto con Tony Levin, Marcus Miller e Paul Gilber che gli regala anche il suo plettro!  (tra quelli che mi ricordo…. Sicuramente ce ne saranno stati altri ma per me erano tutti degli sconosciuti!). Insomma questi due giorni sono stati decisamente all’insegna della musica. Ma giunge il momento di salutare Anaheim, domattina abbiamo il treno che ci porta a San Diego!

Un abbraccio,
Toscani Viaggiatori

Potrebbe interessarti anche...


Lascia un commento