Sulla Via Francigena con Samantha, per un’esperienza indimenticabile

Buon week end viaggiatori, stasera ci è arrivato un bellissimo spunto di viaggio dalla nostra carissima amica Samantha.Un bellissimo racconto di un viaggio fatto per lo spirito, leggiamoci questo meraviglioso viaggio sulla Via Francigena.

Sulla Via Francigena con Samantha, per un'esperienza indimenticabile

“Non sono una grande scrittrice (dice Samantha), di solito lascio parlare gli altri. Ma una cosa che vi voglio raccontare ce l’ho.
Vi racconterò del mio incontro con la mia Francigena, come camminare apre nuovi orizzonti e prospettive e metta tutto il corpo in ascolto di te e degli altri.
Tra tutti i miei viaggi, ce n’è uno che amo ricordare per una serie di buoni motivi, in primis, perché stato il mio primo viaggio a piedi, secondo, perché ho scoperto il valore della condivisione.
Partenza Lucca.

Uscita di casa con una zaino piccolissimo, con dentro pressati una serie di cose, che alla luce di ora, oserei dire inutili e un paio di scarpe del tutto inadatte ad un cammino.
Così apparecchiata mi avventuro accompagnata da due amiche al rendez-vous con il gruppo alla quale ci saremmo accodate.
Ritrovo piazza San Michele a Lucca.
Centro nevralgico della città, troviamo il nostro gruppo composto da guide, hospitaleri volontari e non vedenti.

Prima tappa:
Lucca – Altopascio. Km 17.
La giornata scorre abbastanza tranquilla cerchiamo di abituarci all’idea di dover semplicemente camminare. Arrivati alla palestra dove avremmo dormito ho pensato e ripensato che non ce l’avrei mai fatta ad arrivare in fondo a quei quattro giorni. Il giorno dopo mi ero quasi convinta, una notte tremenda, quasi insonne non abituata a dormire con tante persone e a udire così tanti rumori. La mattina sveglia all’alba e pronti a partire.

Tappa numero 2:
Altopascio – San Miniato, km 28
Tutti pensieri del giorno prima sono pian piano scomparsi, ma mano a mano che uscivamo dall’asfalto, cominciavano a prendere vita racconti, le leggende e le poesie e i vari personaggi che hanno caratterizzato questa via.
All’arrivo a San Miniato quei pensieri erano completamente svaniti con questi 28 chilometri ormai il ghiaccio si era rotto; camminare insieme e prendersi cura l’uno dell’altro era diventata una cosa naturale.
Vedenti e non, insieme,sulla stessa via, condividere le stesse sensazioni, scoprire la gioia e le difficoltà nel descrivere ciò che ci circonda, mi ha fatto provare emozioni che non conoscevo fino a quel momento.

Tappa numero 3:
San Miniato – Gambassi terme km 28
Questa tappa io la tengo nel cuore camminando in questi paesaggi da cartolina dove anche una schiappa di fotografa come me riesce a fare delle belle foto ho scoperto il piacere del cammino. Nel paesaggio riempi gli occhi la potenza della natura in maggio si esprime in tutti i suoi colori e rumori.
Fermarsi davanti alla Grande Bellezza della Natura…così, in estasi, come un bambino che scopre il mondo, può cambiare le priorità della vita.

Tappa numero 4:
Gambassi Terme – San Gimignano
Una tappa completamente sotto l’acqua, mi ha dimostrato quanto io sia determinata quando decido di fare una cosa.
Nonostante avessimo la possibilità di usufruire di un’auto a seguito, ho deciso, insieme ai miei compagni, di effettuare tutto il percorso fino a San Gimignano sotto l’acqua.
L’arrivo a San Gimignano ci ha ripagato di questa fatica. L’accoglienza nel teatro, la possibilità di poter assistere alla performance di una ballerina e la sua capacità di raccontare ciò che stava facendo ai non vedenti, è stato uno dei momenti emotivamente più alto di questo cammino.
Il mio primo approccio all’arte del camminare finisce qui.

Con i nostri amici non vedenti ne abbiamo poi condivise altre di belle emozioni. Abbiamo camminato insieme un’altra settimana per due anni per raggiungere Roma.
Devo dire che ho sempre atteso questo momento  con ansia e trepidazione.

Ancora oggi  ringrazio me stessa per non aver mollato tutto alla prima salita!!!”

Qua sotto alcune belle foto che raccontano il viaggio di Samantha:

Sulla Via Francigena con Samantha, per un'esperienza indimenticabile

 

Sulla Via Francigena con Samantha, per un'esperienza indimenticabile

 

Sulla Via Francigena con Samantha, per un'esperienza indimenticabile

 

Sulla Via Francigena con Samantha, per un'esperienza indimenticabile

 

Sulla Via Francigena con Samantha, per un'esperienza indimenticabile

 

Sulla Via Francigena con Samantha, per un'esperienza indimenticabile

 

Sulla Via Francigena con Samantha, per un'esperienza indimenticabile

 

Sulla Via Francigena con Samantha, per un'esperienza indimenticabile

 

Sulla Via Francigena con Samantha, per un'esperienza indimenticabile

 

Sulla Via Francigena con Samantha, per un'esperienza indimenticabile

 

Sulla Via Francigena con Samantha, per un'esperienza indimenticabile

 

Sulla Via Francigena con Samantha, per un'esperienza indimenticabile

 

Sulla Via Francigena con Samantha, per un'esperienza indimenticabile

 

Sulla Via Francigena con Samantha, per un'esperienza indimenticabile

 

Sulla Via Francigena con Samantha, per un'esperienza indimenticabile

 

Sulla Via Francigena con Samantha, per un'esperienza indimenticabile

 

Sulla Via Francigena con Samantha, per un'esperienza indimenticabile

Due cenni storici sulla Via Francigena: CLICCA QUA

Grazie mille a Samantha ed al gruppo VIA FRANCIGENA LUCCA per questa bellissima esperienza!

Un Abbraccio,
Toscani Viaggiatori
Seguici anche su Facebook

Potrebbe interessarti anche...


Lascia un commento