Tellaro, un paradiso tra scogli.

Siamo arrivati in tarda mattinata e con nostra meraviglia i posteggi ad ottobre sono gratuiti (di solito in posti turistici i parcheggi si pagano e sempre!).
Ci siamo fermati a pranzo al ristorante “La Caletta” che si trova all’inizio del paese, molto gentili e disponibili.
Consigliato il Polpo alla Tellarese e la Calamarata.
Ma ora scendiamo in paese…
Tellaro (Teàe in dialetto spezzino) è la frazione più orientale del comune di Lerici, in provincia della Spezia. È stato recensito come uno dei borghi più belli d’Italia.
Il paese è un piccolo borgo marinaro, arroccato su una scogliera che si affaccia sul Golfo della Spezia. Meta di molti artisti italiani e stranieri, vi ha trovato dimora nei lunghi anni della propria vecchiaia Mario Soldati. Tellaro, infine, è una delle borgate marinare che ogni anno partecipano al Palio del Golfo.
Tra le feste paesane di particolare suggestione vi è il Natale Subacqueo che celebra la nascita del Gesù, la notte di Natale. Ogni anno infatti la statua del bambino emerge dalle acque trasportata da un gruppo di subacquei e depositata nella mangiatoia, in una cornice di oltre 8.000 lumini e festeggiato da fuochi d’artificio sul mare. Il patrono di Tellaro è San Giorgio, il 23 aprile. Tradizionale è anche la “Sagra del Polpo”, che si svolge ogni anno la seconda domenica d’agosto, organizzata dall’Unione Sportiva attiva nel borgo ligure.
Altrettanto suggestive le storie legate al borgo. Tra le più famose leggende, quella che racconta il salvataggio di Tellaro da un attacco notturno dei pirati saraceni, nel medioevo, ad opera d’un polpo gigante che destò la popolazione suonando a martello le campane della chiesa.
Consigliato per un week end relax, anche in inverno.
(Parte dei Testi tratti da Wikipedia)
 

Potrebbe interessarti anche...


Lascia un commento